Lazio-Spal, lotta Champions apertissima

Lazio-Spal, lotta Champions apertissima

Novembre 3, 2018 0 Di Simone Della Cioppa

Lazio-Spal è il match delle 12:30, con le due squadre che devono riscattare le sconfitte rimediate nell’ultima giornata: da un lato i padroni di casa che vengono dal pesante 0-3 casalingo contro l’Inter, dall’altro i ferraresi che hanno perso e male contro il Frosinone, riaccendendo le speranze di salvezza dei ciociari.

Che match sarà Lazio-Spal? Scopriamo insieme le scelte dei due mister e le possibili chiavi tattiche della sfida dell’Olimpico.

Lazio-Spal, le scelte dei due allenatori

Per Lazio-Spal Inzaghi dovrà fare i conti con la pesantissima assenza di Lucas Leiva. Il regista brasiliano ha rimediato una lesione muscolare di secondo grado e dovrà stare lontano dal campo per almeno un mese. La sfortuna ha voluto che in una situazione così delicata si sia infortunato anche Badelj anche se l’infortunio per il croato è meno grave del previsto. Inzaghi sceglie di affidarsi alla difesa titolare a protezione di Strakosha, infatti giocheranno Luiz Felipe, Radu e marsiglia-lazioAcerbi. Sugli esterni agiranno Lulic e Marusic. Milinkovic e Parolo hanno la maglia assicurata. Per il ruolo di regista sembra in vantaggio Cataldi. Il ragazzo classe ’94 ha scalato le gerarchie e infatti si candida per una maglia da titolare. Immobile sarà supportato da uno tra Correa e Caicedo. Nella Spal riprende posto tra i pali Milinkovic Savic che affronterà il fratello. In difesa Bonifazi insidia Cionek per affiancare Vicari e Felipe. Lazzari sarà il quinto a destra. Missiroli, Valdifiori, Everton Luiz e Fares completeranno il centrocampo. Davanti Petagna, Antenucci e Paloschi per due maglie.

Lazio-Spal, le chiavi tattiche

Una partita così delicata dal punto di vista emotivo sarà sicuramente caratterizzata da due squadre molto attente. La forza della Spal consiste in un pressing organizzato molto bene e la ricerca sistematica dei due esterni. Lazzari è uno dei migliori driblomani in Italia e Lulic e Radu dovranno essere molto bravi a raddoppiarlo. A centrocampo la Spal potrebbe soffrire la fisicità di Milinkovic e Caicedo e la velocità di Correa. Immobile cercherà molto spesso la profondità. Vicari e Felipe potrebbero soffrire molto la velocità dell’attaccante biancoceleste. Lazio-Spal sarà comunque una partita dove a prescindere dai dettami tattici la squadra di Inzaghi dovrà dimostrare di essere forte mentalmente e in grado di aggredire gli avversari sin dal primo minuto